Dal Blog

17/09/2018

Yep! Comics e l'editoria in ...

  Oggi Parliamo con Lucio Staiano e Gianluca ...
27/07/2018

Uno Sguardo al futuro

Giunti al termine dell’analisi in dettaglio dei ...
23/07/2018

I fumetti in Brasile

  Marcelo Quintanilha, Felipe Nunes, Marcelo ...
19/07/2018

Nasce Closure, studio ...

Closure presto farà ufficialmente il suo debutto ...
16/07/2018

Il grillo parlante

 Intervista non seria all'autore di Gattini ...

Nasce Closure, studio creativo multisettoriale

19 Luglio 2018 di  Redazione


Closure presto farà ufficialmente il suo debutto nel mondo dell’editoria, della formazione artistica e della comunicazione.
Si tratta di un progetto ambizioso e multisettoriale, che parte dalla Campania fino ad arrivare in Lombardia, con il preciso intento di porsi come un vera e propria fucina di idee, un movimento in grado di coinvolgere numerosi talenti disseminati  sul territorio nazionale.

Nato da un’idea di Elio Capalbo, Lucio Staiano e Giuseppe Andreozzi, Closure punta a dar vita ad uno dei più eclettici studi creativi e costituisce una realtà unica nel suo genere.
Il nome  Closure, è stato attinto a piene mani dal mondo dell’arte e in particolare del fumetto. “L’osservazione delle parti e la percezione di un intero […] basato sulle esperienze passate”, così Scott Mccloud definiva la closure e sulla medesima sintesi di differenti esperienze e professionalità dei suoi fondatori pone le sue fondamenta il progetto.
“In un mezzo in cui il pubblico è un collaboratore spontaneo e consapevole la closure è l’agente del cambiamento, del tempo e del movimento”.

Il claim scelto per rappresentare il progetto, non a caso, è Signal To Noise, il quale sta ad indicare la nostra volontà di cogliere il segnale davvero utile, che emerge dal caos del rumore di fondo, per poi trasmetterlo attraverso la spinta artistica e creativa, con lo scopo di creare qualcosa di differente.
Attingendo a differenti ambiti artistici e creativi, la mission di Closure si basa sulla salda convinzione che le grandi idee possono assumere forma efficace solo attraverso la passione, l’intelligenza e, prima di ogni cosa, un profondo coinvolgimento personale.


Da qui l’obiettivo di dar vita ad una articolata struttura che al suo interno comprenda un Hub Multimediale , una scuola di formazione artistica patrocinata da Shockdom ed una casa editrice, tutte operanti in stretta connessione tra loro.


Elio Capalbo

Closure Studio, un’agenzia creativa, l’ Hub Multimediale, impegnato nella realizzazione di esperienze digitali relative ai progetti nati all’interno di Closure stessa. Il nostro team, infatti, oltre a supportare gli altri comparti in termini di ideazione e comunicazione, è al lavoro su progetti che andranno ad abbracciare altri campi dell’intrattenimento moderno.
Elio Capalbo, direttore creativo della Closure Studio: "La varietà di competenze professionali ed artistiche, unite alla profonda passione per la cultura pop di ognuno dei membri di Closure, è stata la chiave di volta che ci ha spinto ad esplorare con entusiasmo settori fino ad ora poco coperti e che siamo pronti a far conoscere ad un pubblico più vasto".

Francesco Manna

 

Closure Publishing, nata sotto l’egida di Shockdom, farà riferimento al mercato fumettistico d’oltreoceano, producendo mini-serie creator-owned, metteremo insieme dei team scelti da noi per i progetti per creare gli stili più adatti alla storia che vogliamo raccontare, saranno  in formato americano, mixando mainstream e autorialità. Francesco Manna, autore Marvel, sarà il direttore artistico della casa editrice

Giuseppe Andreozzi responsabile editoriale closure

 

Closure School, patrocinata da Shockdom e guidata da un corpo docenti di caratura internazionale, sarà un’accademia che punterà a formare nuovi talenti, a cui trasmettere professionalità e un determinato modo di vedere l’arte del fumetto.

L’approccio da noi caldeggiato fa riferimento soprattutto allo storytelling, per noi il fumetto è l’arte di raccontare tramite le immagini e noi insegniamo a farlo in modo consapevole. Il fumetto, quello che i lettori stringono tra le mani, è il risultato finale di una struttura che i fumettisti come architetti devono essere in grado di sviluppare: noi vogliamo creare architetti dell’arte del fumetto.

Andreozzi, direttore delle Closure School ed editor della Closure Pubblishing: Il fumetto è come una sinfonia che ha meccanismi interni io insegno ai ragazzi a montare e smontare questo meccanismo  permettendo loro di capire come funziona, poi gli insegno che possono montarlo in modo differente personalizzandolo, facendogli capire che funziona lo stesso.

Elio Capalbo: Per diffondere un'idea devi condividerla. Ma se vuoi che gli altri ci credano devi realizzarla. L’obiettivo ultimo di Closure sarà proprio questo: far emergere nuovi progetti  nel tentativo di lasciare un segno, nuovo e concreto, all’insegna della stretta collaborazione tra ambiti creativi differenti.

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.