Dal Blog

17/09/2018

Yep! Comics e l'editoria in ...

  Oggi Parliamo con Lucio Staiano e Gianluca ...
27/07/2018

Uno Sguardo al futuro

Giunti al termine dell’analisi in dettaglio dei ...
23/07/2018

I fumetti in Brasile

  Marcelo Quintanilha, Felipe Nunes, Marcelo ...
19/07/2018

Nasce Closure, studio ...

Closure presto farà ufficialmente il suo debutto ...
16/07/2018

Il grillo parlante

 Intervista non seria all'autore di Gattini ...

Francesco Settembre... Come se fosse Antani

12 Febbraio 2018 di  Redazione

Gennaio 2000: uno studente di giurisprudenza, eternamente squattrinato, decide di vendere parte dei propri fumetti (ristampe, doppioni), proponendola ai vari negozi online che allora stavano nascendo. Le risposte, che furono davvero insoddisfacenti, lo spinsero a dire... "posso fare di meglio". E da quell'affermazione... nacque tutto!
Prima tramite le aste online di IBazar, antesignano di eBay, poi tramite un proprio sito, su Tiscali (24 marzo 2000: data ufficiale di nascita di ANTANI COMICS), iniziò a comprare e vendere fumetti di tutti i tipi. Nel settembre del 2001, il primo dominio "ufficiale": www.antaninet.com, divenuto ".it" un anno dopo, e rimasto tale fino ad oggi. Nel gennaio del 2002 la prima mostra mercato (AREZZO), rapidamente seguita dalla mitica EXPOCARTOON a Roma, e da tante altre, delle quali potete ammirare gli ormai leggendari reportage fotografici, che continuiamo a realizzare.
Nel frattempo, il sito si allarga: nascono sottositi importanti come quello contenente le versioni italiane delle schede del Marvel Universe, la bibliografica Mappa dei Supereroi Marvel, oltre all'ambiziosissimo Marvel Limbo, ovvero la traduzione delle storie Marvel inedite in Italia. Per realizzarli abbiamo avuto l'aiuto di uno stuolo di amici, che negli anni si è andato sempre più modificando, un po' come i classici gruppi di supereroi.

Dopo aver partecipato anche a decine di fiere (recentemente abbiamo superato quota 100!), il 6 dicembre 2003, nasce il negozio che, ad oggi, dopo aver cambiato anche sede due volte (nel 2006 e nel 2009, conta centinaia di abbonati, sia a Terni che in tutta Italia, e si vanta di aver organizzato oltre cento incontri di fama nazionale ed internazionale. Da settembre 2006, inoltre, organizziamo l'apprezzatissima fiera di settore NARNIA FUMETTO.


 

  1. Quando è nata la tua fumetteria?

2000 online, 2003 il primo negozio

  1. Perché hai scelto di aprire una fumetteria?

Perché avevo iniziato a vendere i fumetti online, e mi sono accorto che mi piaceva.

  1. Cosa pensi del mercato fumettistico?

Che non ha regole. E' vitale, pieno di possibilità: ma anche di soggetti che lo inquinano e di una diffusa mancanza di professionalità

 3.1) Cosa intendi quando dici che non ha regole? E Quali comportamenti consideri senza professionalità?
Mi spiego: il mercato è vivo, vitale. Se ne hanno vari segnali, come il numero di pubblicazioni. Ma come si può investire nel fumetto, se non c'è il rispetto delle regole? Faccio un esempio: c'è una legge che regola il prezzo dei libri (e quindi anche dei fumetti) e la possibilità di fare sconti. Ma diversi editori non la rispettano: spesso neanche la conoscono! Idem i colleghi, che potrebbero farla valere, ma non ne sanno abbastanza. Lo stesso, magari, per quanto riguarda il nostro lavoro: quanti hanno strumenti adeguati, possibilità di investire e le conoscenze adatte a fare questo lavoro?
Siamo tutti autodidatti...

  1. Quale potrebbe essere, secondo te, un modo per ampliare il mercato fumettistico?

Investire soldi. Farli girare. Rendere le fumetterie delle vere "librerie di fumetto". Eventi con autori, promozioni, arredamento ad hoc: tutte cose che non si fanno.

  1. Come sarà il mercato fumettistico tra 5 anni?

Dominato da Amazon, che deciderà anche cosa pubblicare. Spero di no.

  1. Come evolveranno le fumetterie?

Si sposteranno sempre di più oltre il fumetto: gadgets, iniziative parallele. Tutte cose che rendono più del fumetto e che si trovano a condizioni commerciali diverse, magari col reso. Ed avranno sempre meno arretrati ed assortimento: escono sempre più fumetti, ed è difficile investire.

  1. In futuro più prodotti o più servizi?

Prodotti. Il servizio è uno, quello al cliente, ed è già ottimo.

  1. In cosa devono migliorare?

Competenze commerciali, uso della tecnologia.

  1. Cosa ne pensi del digitale?

Non mi interessa. Da lettore non mi piace, da venditore dico che è senza regole.

 9.1) Di nuovo mi trovo a chiederti cosa tu intenda per senza regole

Digitale: a quanto vedo è impossibile acquistarlo al prezzo di listino. Ci sono continue offerte: sconti, promozioni. Anche qui: come è possibile "fare" mercato con un bene che non ha un prezzo di listino?

  1. Quali strumenti utilizzi per restare aggiornato?

Social, internet, studio dei cataloghi. Ma con sempre meno tempo.

  1. Come può un piccolo editore farsi notare dalle fumetterie?

Offrirsi: autori, conti vendita. Prodotti validi che vanno.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.