SHOCKDOM PUBBLICA SU CARTA LONG DISTANCE


A DISTANZA DI UN ANNO DALLA PUBBLICAZIONE SU DIGITALE, VA IN STAMPA PER LA COLLANA FUMETTI CRUDI LA GRAPHIC NOVEL DI MASSIMO ROSI E CHIARA DI VIVONA

Shockdom decide di dare alle stampe “Long Distance”, una graphic novel spietata e poetica che già l’anno scorso era stata pubblicata in digitale: sceneggiato da Massimo Rosi e sceneggiato da Chiara Di Vivona, il volume sarà disponibile  dal 14 luglio in fumetteria e libreria.

Sinossi - Dresda. Simon Fischer è un ultra-sessantenne solo e depresso. Un giorno, stufo di una vita annegata nei ricordi, Simon deciderà di trasferirsi nell'ospizio dietro casa e deciderà di vivere ancora una volta e di provare l'ebbrezza di una seconda adolescenza innamorandosi di Celia, un'anziana ospite dell'ospizio di origini cubane... ma Celia in realtà porta con sé, da anni, un pesante fardello; fardello con il quale non ha più intenzione di vivere.

Massimo Rosi racconta: “Nel 2013 iniziai a scrivere Long Distance mentre stavo ascoltando l'omonima canzone dei Therapy?. Ero appena tornato da Toronto ed ero un po' confuso: la canzone parlava appunto del ricominciare e del guidare verso un’altra direzione. Mia nonna poi, mi raccontò che prendersi una cotta alla sua età era come rivivere una nuova adolescenza... unii i due punti e chiesi a Chiara, amica da una vita, di iniziare questa lunga avventura insieme. Long Distance è una storia amara che parla di amore senile e di vendetta, un mash-up ispirato a fatti non troppo lontani nel tempo, ma che hanno lasciato cicatrici nascoste nei nostri personaggi. Ci sono voluti mesi per realizzare il tutto e anni perché qualcuno lo notasse. Shockdom è l'unico editore italiano che ci ha e ci sta rispondendo alle proposte con interesse, oltre agli editori USA e spagnoli con cui lavoro da tempo. Sono felice di poter iniziare a lavorare seriamente come autore anche in casa mia, oltre che all'estero.”

Gli fa eco Chiara Di Vivona: “Long Distance è il frutto di un lungo percorso durante il quale, insieme a Simon (il protagonista, ndr), sono cambiata un po' anche io. Mi auguro che i lettori si affezionino ai personaggi che Massimo ha raccontato con delicatezza e sensibilità, e a questa storia molto dolce che ci ricorda che la vita può cambiare... anche quando tutto sembra immobile.”

Chiara Zulian, responsabile editoriale di Fumetti Crudi, aggiunge: “Quando inizi a leggere Long Distance non ti rendi subito conto di dove la storia ha intenzione di portarti. Inizialmente Simon ti comunica una profonda tristezza nel suo vivere una vita piatta, monotona, scandita dal rimorso e al contempo dalla rassegnazione che nulla cambi; la solitudine che lo porta a decidere di trascorrere gli ultimi anni della propria vecchiaia in una casa di riposo sa di resa, eppure proprio in quel luogo accade l’impensabile: Simon inizia la lenta risalita appena incontra Celia, un’anziana ospite della struttura e proveniente da Cuba, una donna che si mostra subito come forte e contro ogni convenzione. Simon fa una grande tenerezza, mentre lo vediamo innamorarsi di nuovo, in una stagione della vita in cui aveva abbandonato ormai anche solo l’illusione che ciò potesse accadere, per cui quello che avverrà dopo poco ci lascia sgomenti, almeno quanto la reazione di Simon per il quale però non riusciamo a non provare una forte empatia. Long Distance è un volume che non ti aspetti, per i protagonisti, l’ambientazione e la minuziosa trama narrata; un volume che proprio per questo resta impresso a lungo, dopo averlo letto.”

 

 

 

 

 

 

 

Massimo RosiNato a Livorno nel 1987. Dopo aver vissuto a Toronto, nel 2012 pubblica il suo primo titolo negli Stati Uniti con la Titanium Comics "Death Raye" e "Necromantical" con Ardden Entertainment. Da quel giorno Massimo lavora in America con Scout Comics ("Fish Eye", "Necromantical Bumped Edition"), Caliber Comics ("Morning Star", "Wrath of God"), Hound comics ("Sons of the Black River"), Insane Comics (Planet Zero), in Inghilterra con Markosia Enterprises ("Voivod", "Darkness Within", "The Shadow of a terrible thing"); in Italia per Fumetti Crudi ("Long Distance"), Leviathan Labs (The Fucking Frogman, the Blackening) ed infine in Francia per Wetta-Sunnyside ("Obscuritè") e Yil Editions ("Under the Northern Star").

Chiara Di Vivona (Grosseto, 1986). Laureata in Fumetto e Illustrazione all'Accademia di Belle Arti di Bologna, si occupa di illustrazione per l'infanzia e di fumetti. Ha lavorato per Edizioni Curci e Fingerpicking.net (Il Re del Blues, Halloween Party, Django – La leggenda del plettro d'oro), BookMaker Comics (Love Buzz, Monograff – Etnik), Le Brumaie (Le Nuvole Curiose) e altri editori minori. Dal 2014 insegna Fumetto presso l'Associazione Arte Invisibile di Grosseto.

 

Shockdom è la casa editrice fondata nel 2000 da Lucio Staiano. Ha da sempre a propria mission nel futuro. Futuro inteso come giovani talenti da scoprire e valorizzare, futuro come innovazione. Primi in Italia a realizzare webcomics, fumetti su cellulari e in realtà virtuale, primi a integrare editoria tradizionale e internet nel 2004, dalla Rete ha sempre attinto per lanciare autori come Sio, eriadan, Bigio, Stefano Antonucci, Daniele Fabbri, Giulio e Marco Rincione, Jessica Cioffi, Angela Vianello, Mattia Labadessa, Fraffrog e RichardHTT, Dado, Alessandra Patané e molti altri, è oggi anche una delle case editrici leader nel mercato del fumetto cartaceo, oltre che digitale.